L'artigianato, la scultura e l'intaglio

Artigianato tipico Valle d'Aosta

A Aymavilles l'artigianato è molto diffuso sia a livello professionale imprenditoriale, sia a livello artistico e amatoriale. Non è difficile incontrare laboratori di falegnameria per la produzione di mobili, serramenti... come tante piccole imprese edili specializzate soprattutto nel recupero di fabbricati secondo i canoni dell'architettura montana. Sono anche da segnalare importanti artisti locali come gli scultori Tony Filippone e Franco Pellissier di cui potete visitare, previo appuntamento, il laboratorio.

Molte sono le persone che producono a livello amatoriale oggettini d'artigianato che potete trovare in vendita per esempio durante la Fiera di Sant'Orso che si svolge ad Aosta il 30 e il 31 Gennaio di ogni anno, ad Agosto alla Foire d'été o, sempre nel periodo estivo, in qualche piccola fiera dell'artigianato.

L'artigianato locale ha molteplici espressioni, la più rilevante è quella scultorea che ha come materiale privilegiato il legno, usato attraverso i secoli per la costruzione di molti arnesi agricoli, oggetti di uso domestico, mobili, pannelli decorativi, bassorilievi e statue a tutto tondo.

Rosoni, stelle, ruote solari e croci sono invece gli intagli lignei più diffusi. Negli ultimi anni molto apprezzati sono anche i fiori prodotti con scaglie di legno naturale o colorato. Tra i soggetti più diffusi si trovano anche i galletti stilizzati, le cornailles che vogliono ricordare le corna delle mucche e servono ai bambini per simularne il tradizionale combattimento e i tatà, cavallini con le zampe dotate di ruote predecessori dei cavalli a dondolo.

Innumerevoli gli oggetti di uso comune sempre prodotti in legno: ciotole da cucina, sgabelli per la mungitura, scale, rastrelli, secchie, zangole, slitte, scatole per il sale, tabacchiere, cartelle per gli scolari, astucci vari, cucchiai, forchette, piatti...

I prodotti più rappresentativi ed evocativi della Valle sono le Grolle (calici da vino dotati di coperchio simboleggiante il Santo Graal ricavati da un solo blocco di legno) e le Coppe dell'amicizia (basse e panciute con diversi beccucci per bere à la ronde il caffè alla valdostana).

Particolarmente interessante è poi la produzione in pietra ollare, da non sottovalutare neanche quella in cuoio, indispensabile per esempio per realizzare le soques (calzature in legno e cuoio) o i collari per i campanacci delle mucche.

Link

Aymavilles su Flickr