La produzione del miele di montagna

In estate, nei pascoli di alta quota, o nei più bassi prati fioriti, gli apicoltori pongono le arnie per la produzione del pregiato miele, sia nella varietà Millefiori, saporito e dal colore ambrato, sia di produzione monoflora, tra cui il tiglio, il finissimo rododendro o quello a base di fiori di castagno, di colore scuro, consistenza robusta e gusto forte e amarognolo.

Fatto di nettare di fiori alpini, il miele risulta essere particolarmente profumato, fin da ottobre subisce la cristallizzazione, schiarendosi in superficie.

La lavorazione che richiede tecniche accurate e minuziose ha provocato la riduzione del numero di arnie a favore però di una più elevata qualità del prodotto.

Miele di montagna: le arnie
Miele di montagna: le arnie

Vedi anche

Aymavilles su Flickr