Il Parco Nazionale del Gran Paradiso

Vista sulla Grivola
Vista sulla Grivola

Il Gran Paradiso è il primo Parco Nazionale della penisola, si sviluppa a quote comprese tra gli 800 e 4061 metri della vetta del Gran Paradiso, l'unico "quattromila" interamente italiano, massiccio possente che s'innalza con spettacolari ghiacciai tra Piemonte e Valle d'Aosta. Un nome fortemente evocativo, per un vero paradiso della natura e della montagna.

Il Parco Nazionale Gran Paradiso, grazie alla varietà delle sue strutture geologiche e alla molteplicità dei suoi aspetti climatici, è un vero e proprio museo vivente, ove in breve spazio, si raccolgono esemplari della flora e della fauna che provengono da tempi e da terre molto lontani, in quanto la posizione geografica ne fa il crocevia di correnti botaniche e faunistiche di origine artica, eurasiatica e mediterranea.

Il vero simbolo del Parco è lo stambecco (Capra ibex) che si può avvistare facilmente in tutta l'area protetta. Oltre allo stambecco sono presenti anche il camoscio, la marmotta, l'aquila reale, l'ermellino, la lepre e la pernice bianca, solo per citarne alcuni.

Il Parco, una volta riserva di caccia del Re Vittorio Emanuele di Savoia, si realizzò tramite la promulgazione del regio decreto del 3 Dicembre 1922 che, all'art. 1 dichiarava "Viene costituito il Parco Nazionale del Gran Paradiso con lo scopo di conservare la fauna e la flora, preservarne le speciali formazioni geologiche nonché la bellezza del paesaggio".

Una parte interessante del territorio del Comune di Aymavilles è compresa nell'area del Parco. Sono molti i sentieri percorribili inclusi nell'area protetta, il più suggestivo è sicuramente quello che sale verso il Bivacco Gontier, da cui si gode un'eccezionale vista sulla Grivola, la cui pittoresca parete nord è interamente sul territorio di Aymavilles.

Il paese è inoltre compreso nell'area di pertinenza della Fondation Gran Paradis che ha come obiettivo la promozione turistica delle risorse del parco sul territorio valdostano.

Fauna del Parco
Fauna del Parco

Vedi anche

Aymavilles su Flickr